Chi siamo

Promotore del sito

CARMINE NARDONE

nardone

Laureato in Scienze agrarie, con specializzazione in ricerche economiche agrarie presso il Centro fondato in Portici (NA) da Manlio Rossi Doria. E’ stato docente dell’area agricoltura del Centro di Formazione e Studi per il Mezzogiorno (FORMEZ) e socio della Società Italiana degli Economisti Agrari (SIDEA) e dell’Associazione Europea degli Economisti Agrari.
E’ tra i soci fondatori dell’Associazione Manlio Rossi Doria e accademico ordinario dei Georgofili. E’ stato direttore di “Agricoltura e Società”, rivista trimestrale di proposta, analisi e ricerca. Membro del comitato scientifico della rivista internazionale “Capitalismo, Natura e Socialismo” diretta da James O’Connor. E’ stato deputato dal 1987 al 1999.
Componente e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati; Componente della Commissione Speciale delle Politiche Comunitarie. Tra gli altri incarichi istituzionali è stato componente e vicepresidente della Commissione d’Inchiesta sull’AIMA. Relatore dell’indagine conoscitiva sulle Biotecnologie svolta dalla XIII Commissione dell’Agricoltura della Camera.
Dal 1998 al 2008 è stato Presidente della Provincia di Benevento.
Dal 2006 al 2012 è stato docente a contratto di Ecologia del Paesaggio e di Ecologia Applicata presso la Facoltà di Architettura dell’Università Federico II di Napoli.
Nel 2008 ha fondato l’Associazione Futuridea che opera per la promozione dell’innovazione utile e sostenibile.
Ha scritto e pubblicato, anche con altri autori, numerosi saggi, tra i quali i più recenti:
con A. Bernasconi, Alimentazione, biotecnologie e sviluppo sostenibile, in “Capitalismo, natura e socialismo” (CNS, 1991)
All’ombra dell’Aima: frodi, truffe, sprechi, clientelismo negli aiuti all’agricoltura (Edizioni Tritone,1992).
Cibo Biotecnologico (Hevelius edizioni, 1997)
L’agricoltura italiana nel contesto internazionale: nuovi possibili strumenti di governo, Workshop del 14.2.1997 dell’Accademia dei Georgofili, in “I Georgofili – Quaderni 1997 – I”, Studio Editoriale Fiorentino, 1997.
L’alimentation biotechnologique: Globalisation et risque de developpement agroalimentaire insoutenable, Paper at the “Colloque International” about Genie e Genetique: perspectives, inconnues et risques. Le applications en agricolture et dans l’alimentation, 5-6 March 1998, European Parliament, Brussels.
The patentability of living organism: science and ethics, Paper at the Chiron Awards 1999 of the Accademia Nazionale di Medicina, Roma, 1999.
Globalizzazione e fame nel mondo: un diritto, l’aspirazione all’alimentazione, in Atti della Conferenza Nazionale Per una morale di solidarietà universale nel tempo della globalizzazione, in Rivista Progresso del Mezzogiorno, Università degli Studi del Sannio, Loffredo Editore, Napoli 2003
Osso e fame, (Kat Edizioni, 2006).
Nuove tecnologie e Sostenibilità in rivista ‘Economia e Ambiente’ Rivista bimestrale-Anno XXVIII -n.4-5, Luglio -ottobre 2009.
Crisi e Sostenibilità (Edizioni Il Bene Comune, 2010).
con Salvatore Rampone, Global Sustainability Inside and Outside the Territory (World Scientific Singapore, 2015).

 

 Comitato tecnico scientifico

  Cordinamento:

ANTONIO P. LEONE
È primo ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche presso l’Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo. Svolge ricerche riguardanti: lo studio e la cartografia delle risorse fisico-ambientali degli agro-ecosistemi, con particolare attenzione ai suoli; la valutazione delle attitudini del territorio a specifiche colture, con particolare attenzione alla vite e all’olivo; lo studio e la cartografia del degrado dei suoli, con particolare attenzione ai rischi di erosione e di salinizzazione; l’agricoltura di precisione; l’uso di tecniche di proximal sensing (basate sulla spettroscopia vis-NIR) e di remote sensing (basate sull’analisi di immagini rilevate da piattaforme satellitari, aeree o da sistemi a pilotaggio remoto, APR), in combinazione con metodi statistici e geostatistici, per la caratterizzazione dei suoli e della vegetazione e per la cartografia morfometrica. Molte ricerche hanno riguardato la Campania, con speciale considerazione per il territorio della provincia di Benevento. Ha lungamente soggiornato, per attività di ricerca, presso l’Institute National Agronomique di Paris-Grignon (Francia), il Geography Department dell’University of Edinburg e il Macauley Land Use Reserach Insitute of Aberdeen (Scozia), l’Institute for Remote Sensing Applications del Joint Research Centre (JRC) of the Europeran Commission (Ispra, Italia), il Laboratoire des Sciences
de l’Image, de l’Informatique et de la Télédétection dell’Université Louis Pasteur di Strasburgo (Francia). È stato docente a contratto presso l’Università degli Studi del Molise per le materie riguardanti la scienza del suolo e il proximal e remote sensing per l’agricoltura di precisione. È stato coordinatore di network di ricerca internazionali e responsabile scientifico di progetti di ricerca nazionali e regionali. Ha organizzato diversi convegni scientifici a carattere internazionale e nazionale, curandone gli atti. È autore di oltre 110 lavori scientifici a diffusione internazionale e nazionale. Con specifico riferimento al territorio della Campania, ha recentemente pubblicato tre lavori riguardanti lo studio e la cartografia del paesaggio del Basso Volturno e dei paesaggi viticoli della provincia di Benevento e del territorio del Solopaca.

 Componenti

MARIA LUISA VARRICCHIO

varricchio

Laureata con lode in Scienze Agrarie presso la Facoltà di Agraria di Portici dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” con una tesi sperimentale in “Nutrizione e Alimentazione Animale, è Dottore di Ricerca in “Produzione e Sanità degli Alimenti di Origine Animale”. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche.
Per Futuridea segue gli aspetti agronomici del progetto COPZ CO2.

IMMA FLORIO

imma

Laureata con lode in Scienze Agrarie presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Perugia, con una tesi sui “Contributi Agronomici nella redazione di un Piano del Verde”.
Si è occupata di di insegnamento nelle materie agronomiche e scientifiche.
Per Futuridea segue gli aspetti gestionali del progetto COPZ CO2.

ANTONIO IADICICCO

iadicicco

Ha conseguito la laurea in Architettura presso l’Università agli Studi di Napoli “Federico II” con  voto 110/110 e lode.
Libero Professionista iscritto all’Ordine degli Architetti della Provincia di Benevento è abilitato alla redazione e all’attuazione dei piani di Sicurezza sui cantieri ai sensi della 626/94 e 494/96 ed è membro della commissione Provinciale espropri quale esperto in edilizia e urbanistica.
Ha conseguito la specializzazione in “Urbanistica e Sviluppo Sostenibile nonché la specializzazione in riqualificazione energetica degli edifici presso l’Università degli Studi di Napoli. Ha conseguito inoltre la specializzazione in progettazione degli impianti fotovoltaici  presso l’Università degli Studi di Napoli.Ha conseguito la specializzazione in “Energy Manager”  presso l’Università degli Studi di Napoli.
Per Futuridea segue gli aspetti tecnici e progettuali del Progetto COPZ CO2.

Luigi Mesisca

Laureato allo IUAV di Venezia in Pianificazione e Politiche per la Città il Territorio e l’Ambiente, ha conseguito anche il Master in Planning and Policies for the  Cities the Environment and Landscape alla UAB di Barcellona. Nell’ambito del programma EU Placement svolge sei mesi di tirocinio presso “Observatori del Paisatge de Catalunya” sul tema “Paisatge e mond local”, focalizzandosi sulla ricerca di casi studio per migliorare la pianificazione paesaggistica delle aree interne Pirenaiche. Nel 2013 vince il “Leonardo da Vinci” a Lisbona, qui fonda l’associazione LOCALS e lavora al “2 de maio todos os dias”, progetto prettamente focalizzato sulla riqualificazione degli spazi pubblici e delle aree ortive attraverso processi partecipativi bottom up. Dal 2015 torna in Italia e collabora con lo Studio di Pianificazione Urbanistica Castiello di Benevento per la redazione delle Carte del Paesaggio e delle Reti Ecologiche comunali in ambito di PUC.

FRANCESCO NARDONE

Francesco Nardone ha studiato Economia alla Federico II di Napoli e Politica Internazionale all’ ISPI di Milano, dove ha conseguito il Diploma in Sviluppo e Cooperazione Internazionale. Si è occupato di comunicazione e relazioni pubbliche, nonché di Produzione cinematografica e documentaristica. Nel 2012 ha conseguito il Diploma del Corso di perfezionamento in Alti Studi Politici della Scuola Europea di Studi Avanzati dell’ Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. È il responsabile delle relazioni istituzionali di Futuridea.
Rossana Maglione

Ha conseguito la Laurea Specialistica in Sociologia della Governance Territoriale presso l’Università degli Studi di Salerno con votazione 110/110, dopo aver frequentato nel 2008 il Corso di Formazione Global Village for Future Leaders of Business and Industry® presso lo Iacocca Institute alla ”Lehigh University” della Pennsylvania (USA). Si occupa di Relazioni Internazionali, Progetti di Sviluppo Territoriale, Europrogettazione e Innovazione sociale. Per Futuridea segue il coordinamento del Progetto “Territori che fanno la cosa giusta”.

 

Sono felice di annunciare una nuova collaborazione al sito http://www.smart-rurality.net

Profile of Mario Festa

 

Mario Festa si occupa di architettura sostenibile e di edifici a basso consumo energetico. L’esperienza maturata in diversi contesti internazionali e nazionali, dalla ricostruzione di Berlino (1993-1999) dove si è occupato soprattutto di progettazione e riqualificazione urbana. A Bolzano dal 1999-2008, collabora alla sperimentazione e definizione dello standard di edifici a basso consumo energetico in Alto Adige, all’avvio del protocollo di certificazione energetica “Casa Clima”. Da diversi anni è particolarmente attivo nella ricerca e sviluppo di progetti interdisciplinari, dall’arte contemporanea, alla progettazione paesaggistica, all’architettura sostenibile e alle scienze sociali, che permettono una lettura più organica delle problematiche del territorio, soprattutto di aree marginali e con grave ritardo di sviluppo. Tra questi il progetto “Azione-Matese” realizzato nel Parco regionale del Matese e coinvolgendo cinque comuni dell’alto casertano. Progetto finalizzato a stimolare nuove forme di cooperazione, a diffondere una nuova percezione del territorio quale risorsa dinamica, effetto dell’interazione di contributi locali e nuovi impulsi economici e culturali con la realizzazione di laboratori di arte e architettura partecipata.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s